AUTO T / DAR T

« Torna a Pipeline

CAR T (cellula T del recettore dell'antigene chimerico) 

I programmi di terapia cellulare di Sorrento si concentrano sulle cellule T del recettore dell'antigene chimerico (CAR T) per l'immunoterapia cellulare adottiva per il trattamento di tumori sia solidi che liquidi. 

Il programma CAR T include CD38, CEA e CD123.

Il CD38 CAR T di Sorrento prende di mira le cellule CD38 positive ad alta espressione, che possono limitare la tossicità on-target/off-tumor.

Il candidato CD38 CAR T dell'azienda è attualmente in fase di valutazione nel mieloma multiplo (MM). Il programma ha dimostrato con successo una forte attività antitumorale preclinica in modelli animali ed è attualmente in fase 1 di sperimentazione in RRMM. Inoltre, Sorrento ha riportato i dati degli studi di Fase I del programma CAR T diretto dall'antigene carcinoembrionario (CEA).

L'azienda sta valutando CD123 CAR T nella leucemia mieloide acuta (LMA).

DAR T (cellula T del recettore dell'antigene dimerico)

Sorrento utilizza una tecnologia proprietaria knock-out knock-in (KOKI) per modificare le normali cellule T derivate da donatori sani per modificarle geneticamente per esprimere il recettore dell'antigene dimerico nella regione costante della catena alfa (TRAC) del recettore delle cellule T (TCR). In questo modo, il TRAC viene eliminato e l'antigene viene inserito nel suo locus. 

Il recettore dell'antigene dimerico (DAR) utilizza un Fab invece dell'scFv utilizzato dalle tradizionali cellule T del recettore dell'antigene chimerico (CAR). Riteniamo che questo DAR sia stato dimostrato in studi preclinici una maggiore specificità, stabilità e potenza.

Recettori chimerici dell'antigene (CAR)

L'attuale tecnologia delle celle CAR T

Tecnologia del recettore dell'antigene dimerico (DAR) di nuova generazione

Sorrento-Grafica-DART